Un arsenale nascosto sotto terra: sequestrate pistole e munizioni
venerdì 21 settembre 2018

Un vero e proprio arsenale fra Mungivacca e Triggiano nella disponibilità della criminalità organizzata è stato sequestrato dai carabinieri nella mattinata di ieri, dopo una perlustrazione di diverse ore.

Erano nascoste a un metro di profondità, complete di caricatore e in perfetto stato di conservazione. Sei armi da fuoco sono state rinvenute e sequestrate ieri dalla polizia di Bari, nell'ambito dei servizi intensificati a seguito degli ultimi fatti di sangue avvenuti nel capoluogo. Gli agenti hanno dato inizio a un'accurata perlustrazione con l'ausilio di un escavatore nella mattinata, in un terreno incolto fra Mungivacca e Triggiano, e dopo diverse ore è stato rinvenuto a circa un metro di profondità un bidone di plastica con all’interno sei armi da fuoco, complete di caricatori e circa cento cartucce di vario calibro. 
In particolare sono state sequestrate una pistola mitragliatrice “Skorpion” di fabbricazione cecoslovacca, con caricatore a banana da 20 cartucce cal.7,65 Browning; una pistola semiautomatica marca Coonan cal.357 magnum; una pistola semiautomatica Mod.TT33 di fabbricazione Russa cal.7,62 tokarev; una pistola semiautomatica cal.357 di fabbricazione ignota; una pistola semiautomatica Astra di fabbricazione spagnola cal 9 steyr; una pistola semiautomatica cal. 7,65 di fabbricazione spagnola. 
Le indagini degli investigatori connesse alle armi rinvenute rimangono serrate.